L’acqua è un elemento essenziale per la vita e il nostro corpo ne ha bisogno di circa due litri al giorno per mantenersi idratato e funzionare correttamente. Tuttavia, non tutte le acque sono uguali: la mineralizzazione, ovvero la quantità di sali minerali disciolti al suo interno, può variare sensibilmente.

In questo articolo di Wolly, ci concentreremo sull’acqua a bassa mineralizzazione, approfondendo le sue caratteristiche, i benefici e come ottenerla in casa con dispositivi dedicati.

Cos’è l’acqua a bassa mineralizzazione?

L’acqua a bassa mineralizzazione, secondo la direttiva europea 98/83/CE, è un’acqua minerale naturale con un residuo fisso inferiore a 50 mg/litro. Questo significa che contiene una quantità ridotta di sali minerali, come sodio, calcio e magnesio. Ecco le sue caratteristiche principali:

  • Gusto leggero e delicato: l’assenza di un eccesso di sali minerali conferisce all’acqua a bassa mineralizzazione un gusto neutro e piacevole al palato, adatto a tutti i palati, anche i più sensibili;
  • Elevata digeribilità: grazie al basso contenuto di sali minerali, quest’acqua risulta facilmente digeribile e non appesantisce l’organismo, rendendola ideale per chi soffre di problemi digestivi o renali;
  • Diuretica: l’assunzione regolare favorisce la diuresi, aiutando il corpo a drenare i liquidi in eccesso e contrastare la ritenzione idrica;
  • Adatta ai neonati e alle donne in gravidanza: la sua composizione equilibrata e la sua purezza la rendono l’acqua ideale per l’alimentazione dei neonati e per le esigenze delle donne in gravidanza e durante l’allattamento.

Come ottenere acqua a bassa mineralizzazione

Per godere dei benefici dell’acqua a bassa mineralizzazione direttamente a casa propria, è possibile utilizzare dei dispositivi dedicati, come i filtri per l’acqua o i sistemi di osmosi inversa.

  • Filtri per l’acqua: questi dispositivi si installano sul rubinetto di casa e trattengono i sali minerali in eccesso, riducendo la mineralizzazione dell’acqua. Esistono diverse tipologie di filtri, da quelli a carbone attivo a quelli a scambio ionico, in grado di offrire livelli di filtrazione differenti.
  • Sistemi di osmosi inversa: questa tecnologia più complessa utilizza un processo di filtrazione a membrana che permette di ottenere un’acqua con un residuo fisso estremamente basso, quasi privo di sali minerali. I sistemi di osmosi inversa sono particolarmente indicati per chi ha esigenze specifiche di purezza dell’acqua.

Scegliere l’acqua giusta per le tue esigenze

La scelta dell’acqua a bassa mineralizzazione più adatta alle proprie esigenze dipende da diversi fattori, tra cui il proprio gusto, le necessità individuali e l’utilizzo previsto. È importante valutare attentamente le caratteristiche dei diversi dispositivi disponibili e consultarsi con un esperto per individuare la soluzione più idonea.

Wolly è un’azienda leader nella vendita di dispositivi di purificazione. Dai filtri per l’acqua ai sistemi di osmosi inversa, Wolly propone prodotti innovativi e tecnologicamente avanzati, in grado di soddisfare le esigenze di ogni cliente.

Contatta Wolly oggi stesso per scoprire di più sulle nostre soluzioni per acqua a bassa mineralizzazione e per ricevere una consulenza gratuita da parte di un esperto.